Connect with us

Hi, what are you looking for?

Tra me & Tech
cuufie Google Pixel Buds Pro

Recensione

Le cuffie Google Pixel Buds Pro: la prova e le cose da sapere

Sono arrivate le cuffie Google Pixel Buds Pro. Sul mercato e anche in prova. Sono cuffie che Big G lancia nello stesso periodo dello smartphone Pixel 6a che puntano sull’ascolto musicale anche grazie silenziando i rumori ambientali. E i primi riscontri sono assolutamente positivi sulla qualità dell’audio. Ecco allora alcune cose che dovete sapere sugli auricolari di Google.

recensione Google Pixel Buds Pro

Google Pixel Buds Pro: le cose da sapere

Partiamo dalla cancellazione attiva del rumore con Silent SealTM. In pratica con sistema che adatta i dispositivi alla forma dell’orecchio, in modo da eliminare i rumori esterni. Insomma si tratta di un altro sistema rispetto al solito noise cancelling, che funziona grazie al processore, agli algoritmi e agli altoparlanti personalizzati.

Il risultato è di alto livello. Che conferma l’idea di Google di voler valorizzare i bassi, utilizzando l’equalizzatore che adatta dinamicamente al volume di ascolto.  Succede per esempio quando si abbassa il volume, con un automatico bilanciamento delle frequenze. Ovviamente non è necessario escludersi dal mondo esterno: le cuffie infatti precedono la modalità Trasparenza. In questo caso il sisitema elaborano un’ampia gamma di frequenze con bassa latenza. E consente un suono naturale ma anche la possibilità di sentre quello che c’è oltre.

Connettività e audio

Le Pixel Buds Pro di Google hanno una funzione che permette di cambiare dispositivo in modo automatico. Si chiama connettività multipunto ed è compatibile con dispositivi Android, iOS, tablet e laptop. L’audio è di qualità per la musica ma anche per le chiamate, perfino in luogh rumorosi e con il vento. In questo caso entrano in funzione i microfoni beamforming, l’accelerometro vocale e le coperture in retina antivento.

Altra caratteristica è l’utilizzo della conduzione ossea per analizzare le vibrazioni vicino all’area della mascella. In modo da individuare la voce perché riusciate comunque a sentirvi in ogni condizione di rumore. Questo è anche utile quando si vuole dare comandi in vivavoce, parlando con l’assistente Google. Il resto si fa con i controlli touch:

  • si tocca l’auricolare una volta per riprodurre/mettere in pausa
  • due volte per passare al brano successivo
  • tre volte per passare a quello precedente
  • si scorre in orizzontale per aumentare o diminuire il volume
  • per accedere alla cancellazione attiva del rumore si tiene premuto.

Design colorato di qualità

La produzione delle cuffie è stata curata. Le Pixel Buds Pro sono più che riconoscibili grazie al design bicolore e al rivestimento di qualità. Le tonalità disponibili sono: grigio antracite, grigio nebbia, corallo e verde cedro (ovviamente noi stiamo provando quest’ultima). La custodia un po’ allungata è stata studiata per essere comoda da tenere in mano.

Abbiamo parlato della comodità: Google ha analizzato migliaia di orecchie per creare un design comodo per quante più persone possibile. I sensori infatti misurano costantemente la pressione nel condotto uditivo, così gli auricolari possono ridurla attivamente per un maggiore comfort. Nella confezione ci sono inserti in tre taglie, per una maggiore personalizzazione. In più le cuffie sono resistenti ad acqua e sudore.

La batteria

Il processore è studiato anche per  l’efficienza energetica. Gli auricolari durano fino a 7 ore di autonomia di ascolto con una singola ricarica con cancellazione attiva del rumore in funzione. E fino a 20 ore grazie alla custodia con funzione di ricarica. Che si può riempire di energia in modalità wireless con Pixel Stand o altri caricabatterie certificati Qi. Una ricarica di 5 minuti nella custodia offre fino a 1 ora di autonomia di ascolto con la cancellazione attiva del rumore in funzione.

Disponibilità e prezzo

Advertisement. Scroll to continue reading.

Le cuffie Google Pixel Buds Pro sono disponibili su Amazon e Google Store a 219 euro.

Marco Pietro Lombardo

giornalista appassionato di tutto quanto fa tecnologia, caporedattore del quotidiano Il Giornale

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti

Audio

Sennheiser presenta le nuove cuffie MOMENTUM 4 Wireless, che si caratterizzano da un’audio ancora più definito, dalla cancellazione adattiva del rumore di nuova generazione...

Audio

Da LG sono è in arrivo la collezione 2022 delle cuffie true wireless TONE Free. Nella quale l’esperienza di ascolto, il comfort portato dal...

Audio

Gli auricolari wireless sono diventati compagni indispensabili nella vita quotidiana per ogni genere di attività, da quella ludica a quella lavorativa. L’azienda berlinese Teufel...

Audio

Cuffie wireless sotto i 100 euro. In questa fascia di prezzo si pongono gli  auricolari OPPO Enco Free 2i, dotate di cancellazione di qualsiasi...

Advertisement
YouTube

Caricando il video, l'utente accetta l'informativa sulla privacy di YouTube.
Scopri di più

Carica il video

Newsletter


Advertisement

Ultime news

gaming

Xbox torna in presenza alla Gamescom di Colonia per la prima volta dal 2019. Sarà l’occasione per riunire gli appassionati e i fan per...

News

Oltre alla presentazione dello smartphone pieghevole MIX Fold 2, Xiaomi ha lanciato due nuovi prodotti. Ovvero un tablet chiamato Pad 5 Pro e lo...

News

Xiaomi ha svelato oggi il suo nuovo smartphone pieghevole. Xiaomi MIX Fold 2 rappresenta un salto tecnologico per il suo aspetto ultrasottile. Con una...

Italpress

MILANO (ITALPRESS) – Kia, sull’onda dell’inarrestabile aumento degli ascoltatori abituali di podcast, ha presentato una serie di contenuti audio sulla mobilità, scritti da Andrea...

News

DAZN annuncia una partnership con Google e Samsung per per rendere la fruizione dei contenuti in streaming ancora più accessibile. Le offerte studiate dall’operatore...

innovazione

Ma cosa serve il metaverso? Ci siamo già fatti questa domanda qui su TraMe&Tech, e continuiamo a cercare la riposta. Qualcosa è chiaro e...

Copyright © 2020 Trameetech
Testata giornalistica online registrata il 29 dicembre 2021 al n. 238 del registro della Stampa del Tribunale di Milano