Connect with us

Hi, what are you looking for?

Tra me & Tech
tassa Usa Big Tech

innovazione

Usa, una tassa sulle Big Tech per lo sviluppo di Internet?

Abbiamo già trattato il tema dello strapotere delle Big Tech sul mercato. Come il recente caso di Amazon e del suo acquisto di iRobot. Ora è intervenuta sul tema la Commissione Federale per le Comunicazioni, la quale ha sostenuto che gli Stati Uniti dovrebbero valutare la possibilità di incaricare le grandi aziende tecnologiche di finanziare le future implementazioni di Internet. In pratica le Big Tech dovrebbero pagare una tassa in Usa per finanziare lo sviluppo della Rete. In occasione dell’avvio di uno dei più grandi cambiamenti nel finanziamento del settore delle comunicazioni degli ultimi decenni.

FCC Usa Big TechLa Commissione Federale Usa del Comunicazione: una tassa per le Big tech

Riguardo a un’eventuale tassa in Usa per le Big Tech, la FCC ha sostenuto che gli attuali metodi di finanziamento si sono evoluti dalla dismissione di AT&T nel 1982. Ed anche dalla legislazione successiva, che è stata in gran parte creata prima dell’attuale era di Internet. E che quindi fa ricadere l’onere sui consumatori.

In una dichiarazione, il commissario della Brendan Carr ha parlato dei mezzi di finanziamento del Fondo per il servizio universale, pari a 9 miliardi di dollari l’anno. Soldi che vengono utilizzati per finanziare vari programmi di connettività. Carr ha detto che sono “bloccati in una spirale mortale” a causa dell’impiego di “un meccanismo che aveva senso ai tempi del dial-up e dei modem stridenti degli anni ’90”. La FCC è ora incaricata di rivedere questo meccanismo. Prendendo in considerazione un’imposta sulle grandi tecnologie che copra la banda larga fissa e mobile.

L’esempio degli altri Paesi

Carr ha osservato che questo approccio sta guadagnando terreno “in Europa, Asia e Sud America”. In quanto le autorità iniziano a riconoscere che l’industria online dovrebbe “contribuire in modo equo a sostenere le reti e gli sforzi per il divario digitale che consentono loro di realizzare ricavi senza precedenti”.

Se non si riesce a trasferire l’onere sui grandi operatori tecnologici, i consumatori potrebbero scegliere di non andare online, ha sostenuto ancora il commissario. Affermando che l’aumento degli attuali prelievi per mantenere il piatto dell’USF potrebbe far lievitare le bollette della banda larga delle famiglie di circa 200 dollari all’anno. E che quindi bisogna porre rimedio ribaltando i costi su chi quella banda sfutta per i suoi affari. E dunque le Big Tech.

Marco Pietro Lombardo

giornalista appassionato di tutto quanto fa tecnologia, caporedattore del quotidiano Il Giornale

Potrebbe interessarti

innovazione

Kyndryl è il più grande fornitore di servizi di infrastruttura IT al mondo. E ha annunciato con Cisco la partnership tecnologica mirata ad aiutare...

innovazione

La banda ultralarga fa crescere il Pil. Questo dice lo studio Il valore del settore tlc per il sistema Paese effettuato dallo studio Ambrosetti...

innovazione

TIM lancia il suo nuovo servizio internet satellitare, per il momento in via sperimentale. Il test per la connessione internet FWA è riservato ai...

innovazione

Ma quando arriva il 5G? Perché siamo ormai carichi di smartphone già pronti per la rete di nuova generazione, eppure aspettiamo sempre che finalmente si...

Advertisement
YouTube

Caricando il video, l'utente accetta l'informativa sulla privacy di YouTube.
Scopri di più

Carica il video

Newsletter


Advertisement

Ultime news

innovazione

Marketing Arena ha effettuato una ricerca realizzata sulle aziende B2B in cui rivela che il 56% delle aziende si affida alla gestione di marketing...

News

Lenovo presenta il primo Think Report. Da queste ricerche emerge come ad oggi il pensiero critico umano sia compresso. Dovuto ad esempio allo stress...

Italpress

TORINO (ITALPRESS) – Fiat e Fiat Professional semplificano le gamme per offrire una customer experience ancora più immediata e intuitiva. Per la prima volta,...

Italpress

PONTEDERA (ITALPRESS) – Piaggio presenta nuova Vespa GTS che raccoglie l’eredità del mitico “Vespone”, con una gamma di ben quattordici diverse colorazioni disponibili. La...

innovazione

Logitech ha annunciato Logitech Sight, la videocamera da tavolo dotata di intelligenza artificiale (IA) ideale per le riunioni del lavoro ibrido. Logitech Sight fa...

innovazione

XGIMI famosa per la produzione di proiettori e Laser TV, annuncia di aver raggiunto quattro milioni di spedizioni in tutto il mondo. Oltre alla...

Copyright © 2020 Trameetech
Testata giornalistica online registrata il 29 dicembre 2021 al n. 238 del registro della Stampa del Tribunale di Milano
P.IVA: 12562100961