Come scritto qualche giorno fa, abbiamo girato un piccolo video a Monaco durante la presentazione di Mate 30 Pro e Mate 30. Il nostro Luca Lemma è riuscito a fare un piccolo video, considerato il tempo a disposizione per visionare un prodotto il cui sistema oprativo è ancora Open Source. Insomma ecco com’è fatto Mate 30 Pro, sperando di verderlo presto in Italia. Qui sotto riproponiamo le sue caratteristiche.

Le caratteristiche principali di Huawei mate 30 Pro e Mate 30

Riassumendo: Mate 30 e 30 Pro hanno un aspetto elegante, con un display diverso per i due modelli. Il Pro ha un Horizon display curvo con i bordi piegati fino all’88 per cento, il che lo rende un 6.53 pollici Oled con rapporto 18.4/9 e funzione anti luce blu. Il 30 invece ha uno schermo un po’ più grande (6.62 pollici e un rapporto 19.5/9. Cambia la dimensione del notch (più piccolo nel Pro) e lo spessore dei bordi, che nel Pro sono a 0 mm.

Tra le altre novità le batterie rispettivamente da 4.200 e 4.500 mAh con ricarica veloce da 27 W. E poi l’incredibile Acoustic display inserito dentro il Pro e i tasti virtuali sul lato. Il processore è l’ultimissimo Kirin 990 5G con intelligenza artificiale che copre ben 8 bande della rete di nuova generazione.

Come appare la User Interface di Mate 30

Fotocamera professionale

Ovviamente la fotocamera ha il palcoscenico principale. Dopo aver preso in giro Apple che è arrivata al formato quadrato introdotto da Mate 20, Yu ha lanciato l’Halo Ring. Ovvero un formato circolare che ricorda, con lo smartphone in orizzontale, l’aspetto delle macchine fotografiche Leica. Che come sempre lavora con Huawei per la produzione dei vari sensori.

In questo caso sono uno principale da 40 mpx, un ultrawide da 16 mpx, un telefoto da 8 mpx . In più c’è il Laser Focus. E un complessivo 45x zooming range con un 3x ottico e un 30x digital aiutati dall’ultrawide. Il sensore interno è il luminoso RYYB (red, yellow, yellow, blue), con la possibilità di scattare in  night shot anche in ultra wide. La super sensing cine camera è la prima da 40 mpx su uno smartphone.

Il comparto circolare che contiene le tre fotocamere di Huawei Mate 30 Pro

Disponibilità e prezzi

La disponibilità è quello che manca. Riguardo ai prezzi Mate 30 costa 799 euro (8+128 Gb), Mate 30 è a 1099 (8+256), Mate 30 Pro 5G avrà un prezzo di 1199. Si sa anche che i colori sono Black, Space Silver, Cosmic Purplee e Emerald green con un materiale gradiente che consente di non lasciare impronte. E poi c’è anche una pelle vegana in Orange e Forest green.

Presentata tutta una serie di accessori di ricarica fino a 40 w. Ed anche la versione Porsche Design di cui parleremo a partè (è un 12 +512 Gb e va oltre i 2000 euro), così come dei Watch GT 2 e la Huawei Vision Tv. Da notare anche l’arrivo di Huawei Assistant, il “maggiordomo” virtuale del brand che viaggerà su cloud in Europa. E dunque sarà sottoposto alle regole del Gdpr per la privacy.

 Alla fine del lancio  Richard Yu sembrava un po’ più sollevato e si è lasciato andare ai suoi tradizionali entusiastici “very convenient”. Il tempo dirà se su Huawei il futuro potrà rasserenarsi. E il futuro di Huawei è legato anche al futuro dell’innovazione. Ovvero insomma al nostro futuro.

Tags: , , ,
Marco Pietro Lombardo
giornalista appassionato di tutto quanto fa tecnologia, caporedattore del quotidiano Il Giornale

Articolo Correlato