Connect with us

Hi, what are you looking for?

Tra me & Tech
smartphone

slider

Lo smartphone per Natale: ecco gli ultimi consigli

Uno smartphone per Natale? Se siete ancora tra gli indecisi per la corsa finale al regalo tech, ecco alcuni consigli per voi. Grazie all’esperienza delle prove fatte sul campo.

Apple iPhone 12 Pro Max

Che dire: ogni volta che esce un nuovo iPhone si va alla ricerca del pelo nell’uovo. Poi lo si prende in mano e passa tutto. Stiamo parlando della versione Pro Max e sappiamo che non è per tutti, visto il costo. Ma si sicuro si tratta dell’iPhone delle meraviglie. Soprattutto in considerazione del fatto che grazie al sensore LiDAR (ovvero Light Detection and Ranging) le funzioni della fotocamera acquistano ancora maggior precisione.

iPhone 12In pratica: aldilà delle app che usano la realtà aumentata (sulla quale Apple continua a puntare molto), la messa a fuoco degli oggetti avviene 6 volte più velocemente rispetto ai precedenti modelli. E questo non solo consente scatti e video migliori, ma anche una qualità delle foto in notturna davvero nitide. Poi c’è il design: il ritorno al formato scatolotto piace e tra l’altro consente di utilizzarlo «nudo» a chi non vuole nascondere il colore originale con delle cover (e il blu è davvero bello).

La batteria? È la domanda delle 100 pistole: in questo modello si arriva tranquillamente a sera. Anche se resta da capire perché a Cupertino questo particolare resti sempre un po’ in penombra. Insomma: è un iPhone super. Pure (si sa) nel prezzo: si parte da 1289 euro. O da 49,54 al mese.

Motorola Razr

Il rilancio di Motorola è passato attraverso la riedizione di un’icona: il Razr. La prima versione, uscita un anno fa, era un po’ civetta: si trattava infatti il primo pieghevole a conchiglia sul mercato e fu buttato in pasto ai leoni (giornalisti recensori) anche se aveva ancora qualcosa da perfezionare.

Il secondo modello invece ha fatto giustamente il botto. Perché oltre al display interno da 6.2 pollici, è stata data anima allo schermino. Che ora si usa a smartphone piegato e consente di fare le operazioni di base (telefonare, mandare messaggi, farsi selfie) senza bisogno di aprire il dispositivo.

Insomma: oltre che bello il Razr ora è funzionale, in più con una serie di particolari tecnici, come la fotocamera da 48 megapixel, che lo mette alla pari di molti rivali. È pure 5G, e quindi quando finalmente (ma quando?) arriverà la rete di cui tanto si parla, sarà pronto all’uso. Nel frattempo chi lo acquista ha in tasca non solo un oggetto molto «alla moda, ma anche uno strumento per la vita quotidiana completo. Adatto insomma ai nostalgici tecnologici, categoria che numericamente va alla pari a quelle dei giovani social dipendenti. Risultato: per 1599 euro vi sentirete molto cool.

LG Wing

La sorpresa dell’anno: uno smartphone con il display che ruota per formare una T. Qui che sta il bello di LG Wing: trasformare uno schermo da 6.8 pollici, raddoppiandolo con un secondo da 3.9 che compare alla base e diventa complementare al primo. Per avere un dispositivo ergonomico adatto al multitasking. Che permette di effettuare alcune operazioni (per esempio leggere le mail in tanto che si sta consultando un documento di lavoro) che a volte possono davvero essere utili senza sfociale nel fanatismo.

WingCerto, poi si può anche commentare in diretta mentre si sta videogiocando o guardando un video, ma quello dipende di che generazione siete. In pratica: un cinema (davvero: girato in orizzontale il display principale la visione è a grande schermo, con quello sotto che serve per i comandi) che soddisferà anche i creativi. Con funzioni fotografiche e da smartphone di livello superiore.

Costa di listino 1299 euro, ma se guardate bene sul web lo troverete a meno.

Xioami MI 10 Lite

Non c’è dubbio che la famiglia Mi 10T abbia alzato ancora l’asticella delle prestazioni Xiaomi, se pensiamo per esempio ai 108 megapixel della camera nella versione Pro. Siccome però alzare l’asticella vuol dire anche arrivare a un prezzo superiore, il brand cinese ha pensato di proseguire nel suo mantra «tanto a poco» confezionando un modello Lite davvero di grandi caratteristiche.

Advertisement. Scroll to continue reading.

XiaomiInsomma: se non avete grandissimi budget ecco il Mi 10T che fa per voi. Con, in sequenza: un processore Qualcomm Snapdragon 750G, il 5G, un display da 6,67″ FHD+ formato 20:9, un refresh rate da 120Hz. E poi: una certificazione HDR10, una Ram da 6 Gb, una memoria da 64 o 128. Ancora: una fotocamera posteriore tripla da 64 megapixel (con grandangolare da 8 e un sensore di profondità da 2), una selfie cam da 16, la dual Sim. E infine:  un sensore di impronte laterale, il riconoscimento del volto, un doppio altoparlante certificazione Hi-Res Audio. Oltre a  una batteria 4.820 mAh con ricarica rapida a 33W.

Arrivati qui, e dopo aver tirato il fiato, sappiate che tutto questo costa al massimo 299 euro (invece di 399,90 per il 128 Gb e fino a Natale). Che volere di più?

vivo X51

Gimbal, chi era costui? Se non siete amanti delle riprese professioni magari non lo conoscete, ma in realtà i suoi effetti li vedete ogni volta che siete davanti a un film. In pratica: avete presente quelle camere che girano rapidamente per seguire un’azione e riescono nonostante tutto a riprodurre immagini non saltellanti? Ecco, hanno questo tipo di stabilizzatore, il Gimbal appunto. Che ora grazie al brand cinese vivo (si scrive rigorosamente minuscolo, ma si legge maiuscolo dopo aver fatto la prova) arriva sullo smartphone X51.

vivoIl tutto dunque è contenuto nella fotocamera chiamata «Big Eye», montata su una sospensione a doppia sfera per tenere traccia degli oggetti o ruotare mentre si sta riprendendo un video in 4K. L’X51 è in pratica una bella novità con caratteristiche di alta fascia e qualcosa di nuovo nel comparto fotografico, dotato di quattro sensori posteriori (il principale da 48 mpx) e uno davanti da 32.

Per il resto è un 5G con display Full Hd+ da 6,56 pollici, ha una memoria da 8+256 Gb, una batteria da 4315 mAh con ricarica rapida da 33 W e, come detto, ha tante funzioni da cineasti. Costa(va) 799 euro. Ma, come detto, se siete attenti…

Oppo Reno4 Pro

Se si dovesse suggerirne l’acquisto (come qui si sta facendo, d’altronde) col Reno 4 Pro di Oppo si può tranquillamente puntare sulla batterie e sulle qualità fotografiche. Nel primo caso, pur essendo a 4000 mAh – e sul mercato ormai ci sono dei 5000 e persino dei 6000 – le funzioni di risparmio energetico dello smartphone fanno arrivare a fine giornata con ancora un buon 30 per cento da consumare. Se poi aggiungiamo la possibilità di ricarica a 65W, in un lampo si fa il pieno e si riparte.

Riguardo alle foto, il comparto posteriore è triplo (48 mpx il sensore principale, con grandangolare da 12 e zoom da 13) e quel che impressione è la stabilizzazione dei video. Che usando solo la camera principale posso essere girati in modalità Ultra-steady a 1080p e in 4K 60fps. Stiamo dunque parlando di un ottimo dispositivo 5G con display Full Hd+ da 6,5 pollici, ben 12 Gb di Ram e 256 di memoria.

Partito con un prezzo da fascia (forse troppo) superiore – 799 euro – si trova già a un costo più accessibile. E si rimane più che soddisfatti

Asus Zenfone 7 Pro

Un 5G da 220 grammi. In pratica uno smartphone robusto, che giustifica la sua struttura con la garanzia i resistere a urti importanti. La particolarità di questo ottimo dispositivo sta nel comparto girevole da tre fotocamera. Che permette così di avere uno schermo da 6.67 pollici Full Hd+ con refresh rate 90 Hz,  libero da fori o interruzioni. Il sistema di apertura e chiusura della fotocamera, rispetto ai modelli precedenti, permettere variazioni di inclinazione di 0,5 gradi, contro i 2 gradi di altre serie.

ZenfoneIl sensore principale è da 64 megapixel, con uno da 12 megapixel ƒ/2.2 grandangolare e uno zoom 3x da 8. Il vantaggio è che queste fotocamere, proprio per il meccanismo di cui sopra, vengono utilizzate anche per i selfie. Oltre ad avere molte funzioni pro, fino ad arrivare a girare video in 8K a 30 frame per secondo o in 4K a 60 fps. Per il resto le caratteristiche sono top.

Con il processore Snapdragon 865+, una memoria da 8+256 Gb, batteria da 5000 mAh con ricarica rapida da 30w. Interessante il prezzo: 699 euro. Rispetto alla concorrenza è un punto in più.

Advertisements
Advertisement. Scroll to continue reading.
Marco Pietro Lombardo

giornalista appassionato di tutto quanto fa tecnologia, caporedattore del quotidiano Il Giornale

Potrebbe interessarti

innovazione

Xiaomi Redmi Note 9T è uno dei protagonisti della speciale proposta 5G lanciata da TIM. Xiaomi, i dettagli dell’offerta di TIM Con l’acquisto di...

innovazione

Secondo l’ultimo sondaggio di Wiko, il 75% dei rispondenti non cambia il proprio device prima di 3 anni. Per questo motivo, l’azienda ha ideato...

innovazione

Qualcomm ha presentato Snapdragon XR1 AR Smart Viewer, il visore intelligente progettato per migliorare ulteriormente l’industria dell’AR. Il progretto di Qualcomm Qualcomm ha presentato...

innovazione

Nokia 8.3 5G diventa il primo smartphone Nokia ad aggiornarsi ad Android 11. Il rollout per l’aggiornamento è iniziato in Italia. I telefoni Nokia...

Advertisement
Advertisement

Ultime news

innovazione

Con i suoi ingressi USB-C upstream, DisplayPort e HDMI e quattro porte USB downstream, il monitor EIZO FlexScan EV2480 offre una postazione di lavoro...

innovazione

Xiaomi Redmi Note 9T è uno dei protagonisti della speciale proposta 5G lanciata da TIM. Xiaomi, i dettagli dell’offerta di TIM Con l’acquisto di...

News

Microsoft Italia ha aperto la nuova Cybersecurity Experience, uno spazio dedicato alla formazione sulla sicurezza informatica e collocato all’interno del Microsoft Technology Center della...

innovazione

Secondo l’ultimo sondaggio di Wiko, il 75% dei rispondenti non cambia il proprio device prima di 3 anni. Per questo motivo, l’azienda ha ideato...

innovazione

Qualcomm ha presentato Snapdragon XR1 AR Smart Viewer, il visore intelligente progettato per migliorare ulteriormente l’industria dell’AR. Il progretto di Qualcomm Qualcomm ha presentato...

innovazione

Nokia 8.3 5G diventa il primo smartphone Nokia ad aggiornarsi ad Android 11. Il rollout per l’aggiornamento è iniziato in Italia. I telefoni Nokia...