Brevetti PCT: OPPO nella top 5 per numero di richieste

da | 13 Apr 2020

Con 1.927 domande, OPPO scala la classifica di ben dodici posizioni rispetto all’anno precedente ed entra nella top 5 global per numero di richieste di brevetti PCT.

OPPO 1

OPPO nella top 5 globale

Aumentano le richieste di brevetti PCT

L’Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale (OMPI) ha annunciato i risultati del 2019 relativi alle richieste di brevetto internazionale nell’ambito del Sistema del Trattato di Cooperazione in materia di Brevetti (PCT – Patent Corporation Treaty). Con 1.927 domande, OPPO si colloca tra i top 5 PCT all’interno della classifica delle imprese richiedenti.

Depositando una domanda di brevetto internazionale ai sensi del PCT, trattato internazionale con più di 150 Stati contraenti, i richiedenti possono chiedere la protezione per un’invenzione in un gran numero di paesi. Dall’inizio del 2009, OPPO sta lavorando per espandere le sue domande di brevetto a livello globale in vari settori tecnologici. Ed è riuscita a incrementare la propria posizione nella classifica OMPI dalla n. 17 dell’anno scorso alla n. 5 di quest’anno, dopo anni di intenso lavoro.

Alcuni numeri

A marzo 2020, l’azienda aveva più di 43.000 domande di brevetto globali, di cui 16.000 già autorizzate. Tra le domande totali, circa l’88%, ovvero più di 38.000, riguardano le invenzioni. OPPO ha depositato più di 3.000 domande di brevetto 5G e 1.900 domande di brevetto legate all’intelligenza artificiale (AI). A livello globale sono stati depositati oltre 6.100 brevetti di immagine, di cui 2.000 autorizzati. Allo stesso tempo, nel settore della ricarica rapida, ha depositato più di 2.700 domande a livello globale. Di cui più di 1100 sono state autorizzate.

Le parole di Ying Feng

Ying Feng, Senior Director of Intellectual Property Dept. di OPPO, ha dichiarato: “I risultati delle domande internazionali PCT 2019 in cui OPPO si è classificata al quinto posto hanno rivelato che la strategia di spostare il nostro impegno nell’ambito delle domande di brevetto dalla Cina all’estero, ormai da diversi anni, si è dimostrata efficace”.  

Feng ha poi aggiunto: “Continueremo ad attenerci alla strategia, accelerando il nostro impegno per i brevetti all’estero, soprattutto nei paesi principali”. Abbiamo ora presentato domanda di brevetto in settori come 5G, la tecnologia di ricarica rapida, l’imaging, l’IA, l’IoT e altri importanti settori. Accelereremo il nostro sforzo per fare breccia in altri ambiti, tra i quali la produzione di chip, la tecnologia di visualizzazione e la connettività.”

0 commenti

Potrebbe Interessarti