Banner Content

Abbiamo avuto la possibilità di “giocare” un po’ con il nuovo Huawei P40 Pro. Che, in effetti, mantiene quello che promette, soprattutto per quanto riguarda la parte fotografica. Trovate qui le caratteristiche, ovvero nella presentazione dell P40 Series. Ma quello sui cui ci siamo soffermati nel video che troverete qui sotto, è la sua effettiva “usabilità”. Ovvero: ecco la risposta alla domanda “ma senza Google come si fa?”.

La recensione di Huawei P40

Una fuoriserie a pieno regime

Come trovare le applicazioni

Come avrete notato non ci vuole molto per scaricarsi le app essenziali. Ovviamente non quelle che riguardano Google, i cui servizi sono accessibili comunque dal web. E in ogni caso GMail è inserito nelle selezioni possibili dell’applicazione posta.

Per il resto ci sono app che si recuperano dal sempre più fornito Huawei Store e altre per le quali bisogna percorre delle scorciatoie per arrivarci. Ma non è assolutamente difficile, soprattutto da quando è stata messa in funzione TrovApp, il servizio tutto made in Italy che consente di sapere dove trovare il programma che si desidera.

Oltre i crash

Insomma, per dire: per Netflix si passa per internet e il gioco è fatto, se lo si vuole come applicazione (ovvero perché non vada in tilt come nel video) bisogna andare in Apk Pure a cercare la versione 34761, cliccando sull’icona con il logo nero. Mentre, tanto per fare un altro esempio, l’utilissima app Moovit è già presente sul negozio virtuale del brand. Così come è possibile accedere a tutti i più importanti social.

Dunque chi ama Huawei può continuare ad amare Huawei. E chi comincia a subirne il fascino può arsi conquistare da un propdotto, il P40 Pro che abbiamo testato, che si gioca testa a testa con un altro paio di smartphone la palma di migliore. Probabilmente impossibile da assegnare, visto che alcune caratteristiche differiscono l’una dall’altra e dunque sono incomparabili. Voto finale? Facile: 9+.

Tags: , , ,
Marco Pietro Lombardo
giornalista appassionato di tutto quanto fa tecnologia, caporedattore del quotidiano Il Giornale

Related Article

Categorie