Abbiamo provato la Soundcore Infiniti pro di Anker, la soundbar che fa parte di una linea che vuole sposare design a prestazioni. Si tratta di un a 2.1 da collegare al Tv ma che funziona che wireless per riprodurre musica da device portatili. Ecco il giodizio di TraMe&Tech.

La recensione di Soundcore Infiniti Pro

Design curato e minimalista

Si tratta di un dispositivo che si intega bene in ogni arredamento. Non è invasivo (misura 93 x 12 x 6 centimetri) ed è elegante. Unico difetto è il fatto che, essendo rivestito interamente di tessuto, è molto attraente anche per la polvere. I tasti di comando sono sulla facciata principale, di lato ci sono due subwoofer ben nascosti alla vista. Dietro tutti gli ingressi: per esempio per l’alimentatore, la porta ottica e quella AUX in per l’audio. Inoltre c’è una presa USB, due porte HDMI, una IN e l’altra OUT (ARC).

Il collegamento

Ci sono ben cinque modi per collegare Infiniti Pro. Il primo è via cavo audio Aux-RCA per tutti quei televisori che non hanno l’uscita ottica e che dunque sfruttano la presa AUX. Al contrario quelli che ce lh’anno possono sfruttare l’ingresso con l’apposito cavo.  Ci sono poi l’ingresso HDMI IN per i dispostivi come i lettori DVD e quello HDMI ARC per collegare la soundbar e controllarne il volume, l’accensione e la sorgente con il telecomando della TV. Infine ecco il collegamento Bluetooth per Tv, anche smartphone e tablet.

Per controllare la soundbar ci sono invece tre modalità. Con il telecomando, con i tasti integrati nella parte superiore oppure tramite l’app Soundcore. Che si scarica sullo smartphone (sia iOs che Android).

Gli ingressi sul retro

L’utilizzo

Molto semplice. Dopo averla collegata è già pronta all’uso, basta farsi aiutare dal telecomando che ha i pulsanti che guidano sencondo le necessità (“B” per Bluetooth, “TV” per la connessione HDMI e il simbolo contrassegnato da una freccia chiusa dentro un cerchio per i collegamenti audio ottico o AUX). Inoltre si può scegliere anche la modalità d’ascolto a seconda che si stia godendo la musica o guardando un film.

L’ascolto è di davvero di ottima qualità. Considerando  i 120W a disposizione che permettono di aggiustare adeguatamente i livelli a seconda dello spazio della propria casa. Il plus è la presenza di Dolby Atmos, tecnologia ccomandata grazie al Surround del telecomando. Nonostante insomma l’assenza di speaker posteriori, l’uso dell’audio cosiddetto 3D consente un ascolo avvolgente. Sul telecomando me nell’aèè è possibile anche controllare i bassi.

Il giudizio

Si tratta di un modello di soundbar convincente. Sia dal punto di vista tecnico che di design. Se si vuole insomma qualcosa di più di un semplice speaker, Infini Pro è l’acquisto giusto con una spesa tutto sommato non impegnativa. Considerando ovviamente la concorrenza che c’è nel settore. Costa infatti (su Amazon) 279,99 euro. E sono meritati.

Tags: , , ,
Marco Pietro Lombardo
giornalista appassionato di tutto quanto fa tecnologia, caporedattore del quotidiano Il Giornale

Articolo Correlato