Connect with us

Hi, what are you looking for?

Tra me & Tech
computer quantistico

News

IBM, accordo in Giappone per il computer quantistico commerciale

Come riporta Japan Today, l’Università di Tokyo e IBM hanno iniziato le operazioni per la produzione del primo computer quantistico ad uso commerciale del Giappone. Facendo così un’incursione in un campo competitivo guidato da Stati Uniti e Cina e aprendo nuove possibilità di espansione dei computer di nuova generazione.

computer quantistico IBM Giappone

Il computer quantistico ad uso commerciale

Il sistema di nuova generazione è sviluppato dall’azienda tecnologica statunitense con l’università che detiene i diritti di accesso esclusivi per utilizzarlo. Ed è stato installato al Kawasaki Business Incubation Center nella prefettura di Kanagawa, a sud-ovest di Tokyo. Questo consorzio industria-università, lanciato nel 2020, include Toyota Motor Corp, Sony Group Corp e Mitsubishi Chemical Holdings Corp come membri. Ed esplorerà le applicazioni pratiche dell’informatica quantistica con investimenti nelle le risorse umane.

Il sistema informatico IBM Quantum System One è il secondo del suo genere che l’azienda ha costruito fuori dagli Stati Uniti, dopo quello in Germania. “I campi in cui i computer quantistici sono messi in uso pratico si stanno espandendo ampiamente. Vogliamo trasmettere i risultati al mondo”, ha detto il presidente dell’università Teruo Fujii. Durante la cerimonia che martedì scorso ha segnato l’inizio delle operazioni del computer.

Come funziona il computer quantistico

I computer quantistici usano appunto i quanti, come le particelle di luce. Che hanno caratteristiche sia delle onde che delle particelle. E possono calcolare decine di combinazioni in una volta sola. Piuttosto che una per una come nei computer convenzionali. In pratica, mentre nel sistema binario, le operazioni possibili dipendono solo da 0 e 1, nel compter quantistico in questo intervallo esistono un numero altissimo di combinazioni. Che possono essere compiute contemporaneamente.

La sua capacità di risolvere problemi complessi a velocità superiori a quelle dei supercomputer dovrebbe essere usata per sviluppare nuovi farmaci e materiali. Nonché creare modelli finanziari, ottimizzare la logistica e nella crittografia, che è diventata essenziale per internet e la moneta digitale. Le sfide tecniche per arrivare a un computer commerciale sono ancora molte, però. Questo accordo aiuterà a porre una base di collaborazione comunque per la futura produzione di dispositivi che cambiaranno l’informatica e la tecnologia. Con un balzo nel futuro che la fantascienza disegna al cinema.

Marco Pietro Lombardo

giornalista appassionato di tutto quanto fa tecnologia, caporedattore del quotidiano Il Giornale

Potrebbe interessarti

Advertisement

Newsletter


Advertisement

Ultime news

gaming

Warner Bros. Games, TT Games, The LEGO Group e Lucasfilm Games hanno annunciato una i mportante uscita per il mondo del gaming. Ovvero che...

Italpress

Riferimento internazionale tra gli stabilimenti Michelin dedicati alla produzione di pneumatici per usi industriali, il sito di Alessandria festeggia i 50 anni di attività....

innovazione

Ultimamente Whatsapp sta introducendo una grande quantità di nuove funzionalità, e l’aggiornamento Beta 2.21.19.9 dell’app di messaggistica non è da meno. Infatti è in...

Green Tech

Glennmont Partners from Nuveen, leader europeo nella gestione di fondi per l’energia pulita, ha lanciato BNZ un nuovo produttore indipendente di energia. Con l’obiettivo...

Italpress

CATANIA (ITALPRESS) – “Ci stiamo muovendo bene. E’ vero che è un anno estremamente difficile ma la nostra crescita, rapportata soprattutto allo scorso anno,...

Italpress

Il 1991 ha segnato l’inizio di una collaborazione tecnologica che si sarebbe protratta nei tre decenni seguenti e per tanti modelli del Marchio. Da...