Connect with us

Hi, what are you looking for?

Tra me & Tech
N26 evid

innovazione

Una ricerca N26: gli Italiani sono il popolo più stressato

In cima alla lista delle situazioni ansiogene per gli Italiani, secondo una ricerca di N26, ci sono problemi finanziari: un mancato pagamento del mutuo (96%) e una multa inaspettata (96%). Seguono poi la rottura della caldaia (95%) e un divorzio o la fine di una relazione (95%).

N26 1

Lo studio della mobile bank N26

Un nuovo studio commissionato dalla mobile bank N26 ha classificato le situazioni più stressanti per il cervello umano, mostrando che le tensioni generate da problemi finanziari sono paragonabili all’angoscia associata a un evento traumatico della vita come una difficile separazione. La ricerca presentata da N26 mira a comprendere il ruolo del denaro e delle finanze nel causare stress  e ha l’obiettivo di fornire maggiori strumenti agli istituti bancari per aiutare i clienti a ridurre lo stress finanziario.

Lo scenario globale

La ricerca, condotta dal neuroscienziato Jack Lewis, ha sottoposto un campione di 1.000 uomini e donne in Europa e negli Stati Uniti a un test di reazione implicita (IRT). Lo studio ha permesso di determinare il livello di stress associato a una serie di circostanze comuni. Il test di reazione implicita è in grado di misurare anche gli atteggiamenti e le convinzioni a cui le persone sono riluttanti o che sono incapaci di ammettere.

Gli esperti hanno rivelato che lo stress di dover affrontare un divorzio o la fine di un rapporto (altamente stressante per il 91% del campione) è simile alla prospettiva di perdere un lavoro (90%) o al far fronte a una spesa inaspettata come sostituire una caldaia rotta (90%). A queste fonti di ansia seguono altre preoccupazioni legate al denaro, tra cui la mancata accettazione della carta di credito (88%) e il mancato pagamento del mutuo (86%).

La classifica italiana dello stress

Mentre gli USA sono il Paese meno stressato, l’Italia, dove nella lista degli scenari più ansiogeni svettano proprio quelli legati a problemi finanziari – un mancato pagamento del mutuo (96%) e una multa inaspettata (96%) – ha il dubbio onore di essere in testa alla classifica, seguita dalla Spagna.

Tuttavia, se gli Italiani sono i più stressati in assoluto, la ricerca rivela anche che sono i migliori quando si tratta di ridurre il livello di ansia, così come misurato sperimentando gli scenari di riduzione dell’ansia previsti dall’esperimento. Lo scenario meno stressante o, meglio, più rilassante, si è rivelato essere l’ascolto della musica (96%), l’ottenimento di uno sconto (95%) e ricevere un complimento (94%), seguito dall’ottenimento di un bonus a lavoro (92%) e dal ricevere in regalo del denaro contante (91%).

Molto diverse le cause di stress per uomini e donne nel nostro Paese

Per gli uomini, nell’ordine, al primo posto il mancato pagamento del mutuo (97%), al secondo perdere il lavoro (90%), seguono eseguire un test COVID (78%) ed essere scoperti a mentire (74%).

Per le donne, invece, il pensiero di una caldaia rotta risulta essere lo scenario più angosciante (98%), seguito da una multa inaspettata, un mancato pagamento del mutuo, un divorzio o la fine di un rapporto, tutti classificati come stressanti dal 96% del campione.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Sempre in tema di differenze di genere, dalla ricerca emerge che le donne in tutti i Paesi si sentono più spesso stressate nel complesso, ma risultano meno angosciate da problemi finanziari (47%) rispetto agli uomini (58%).

Interessanti poi le informazioni raccolte dallo studio nella sfera sessuale. In Germania, gli under 44 hanno quasi il doppio delle probabilità di sentirsi stressati dal sesso (23%) rispetto agli over 45 (13%). In confronto, quasi 1 americano su 4 ha trovato il sesso stressante (22%). La nazione più fredda quando si tratta di sesso? Sorprendentemente l’Italia, dove solo uno su 10 (10%) trova il pensiero del sesso ansiogeno.

Le cinque situazioni più stressanti per gli Italiani

  1. Una multa inaspettata, 96%
  2. Mancato pagamento di una rata del mutuo, 96%
  3. Rottura della caldaia, 95%
  4. Divorzio/fine di un rapporto, 95%
  5. Conflittualità/discussioni con familiari/amici, 94%

Le cinque situazioni meno stressanti per gli Italiani

  1. Ascoltare musica, 96%
  2. Ottenere uno sconto, 95%
  3. Ricevere un complimento, 94%
  4. Ottenere un aumento, 92%
  5. Ricevere in regalo del denaro contante, 91%

Advertisements
Avatar
Scritto da

Potrebbe interessarti

News

Una ricerca condotta da Qatar Airways rivela che l’80% degli italiani si dichiara entusiasta immaginandosi a bordo di un aereo; il 30% sarebbe ad...

innovazione

Il nuovo abbonamento Premium N26 Smart coniuga i tradizionali vantaggi del conto digitale di N26 con nuove funzionalità. Che aiutano la clientela a tenere...

innovazione

Dall’analisi di SEMrush cresce di quasi il 360% la spesa della pubblicità online segno che gli italiani sono sempre più digital. L’analisi di SEMrush...

innovazione

N26 ha annunciato la collaborazione con PayTipper che ha permesso di abilitare i pagamenti di MAV, RAV, Bollo auto e bollettini postali direttamente dallo...

Advertisement
Advertisement

Ultime news

News

Quali saranno i trend del 2021 nelle aziende che operano nell’ambito scienze della vita? Se lo è chiesto Within3, che ha preso in esame...

innovazione

Ma quando arriva il 5G? Perché siamo ormai carichi di smartphone già pronti per la rete di nuova generazione, eppure aspettiamo sempre che finalmente...

innovazione

Con i suoi ingressi USB-C upstream, DisplayPort e HDMI e quattro porte USB downstream, il monitor EIZO FlexScan EV2480 offre una postazione di lavoro...

innovazione

Xiaomi Redmi Note 9T è uno dei protagonisti della speciale proposta 5G lanciata da TIM. Xiaomi, i dettagli dell’offerta di TIM Con l’acquisto di...

News

Microsoft Italia ha aperto la nuova Cybersecurity Experience, uno spazio dedicato alla formazione sulla sicurezza informatica e collocato all’interno del Microsoft Technology Center della...

innovazione

Secondo l’ultimo sondaggio di Wiko, il 75% dei rispondenti non cambia il proprio device prima di 3 anni. Per questo motivo, l’azienda ha ideato...