Connect with us

Hi, what are you looking for?

Tra me & Tech
Apple privacy tracking

innovazione

Le novità Apple per la privacy degli utenti e l’anti tracking

Nell’ultimo keynote alla Worldwide Developer Conference Apple ha parlato molto di privacy e sistemi anti tracking. Un argomento che sta molto a cuore all’azienda di Cupertino, che già nell’aggiornamento iOS 14.5 ha posto le basi per nuove funzionalità per la sicurezza degli utenti. Andando per esempio allo scontro con facebook riguardo alla possibilità di eliminare il tracciamento di ciò che state consultando nella app tramite l’App Tracking Transparency. Ecco insomma tutte le novità riguardo alla privacy che interessano i prossimi sistemi operativi: iOS 15, iPadOS 15, macOS Monterey e watchOS 8.

Le funzioni introdotte aiutano l’utente ad avere un maggiore controllo e gestire meglio l’accesso ai propri dati. L’intento è di promuovere il diritto del consumatore ad avere sempre una scelta e incoraggiare il cambiamento in tutto il settore. D’altronde già nel 2003 Safari, il browser web della Mela, aveva introdotto alcune funzionalità. E con iOS 11 è arrivato l’Intelligent Tracking Prevention. Altri esempi sono Accedi con Apple o le schede privacy sull’App Store.

Tutte le novità Apple riguardo alla privacy anti tracking

Queste insomma in particolare le nuove funzioni annunciate alla WWDC da Apple riguardo alla privacy e ai sitemi anti tracking.

  • Mail Protezione della privacy impedisce ai mittenti di usare pixel invisibili per raccogliere informazioni sull’utente. Questa nuova funzione contribuisce a impedire che i mittenti sappiano quando l’utente apre un’email. E nasconde l’indirizzo IP dell’utente in modo che non possano collegarlo alle altre sue attività online o usarlo per determinare la sua posizione.
  • Safari Da vari anni, il Safari Intelligent Tracking Prevention di Apple aiuta a proteggere la privacy da tracciamenti indesiderati. Utilizzando il machine learning on‑device per bloccare i tracker, senza compromettere il normale funzionamento dei siti web. Ora il sistema diventa ancora più efficace, perché nasconde anche l’indirizzo IP dell’utente ai tracker. I modo che non possano usarlo come identificatore univoco per tracciare la sua attività su altri siti web e creare un suo profilo.
  • Privacy Report L’app mostra quante volte ogni applicazione ha utilizzato l’autorizzazione concessa dall’utente per accedere a posizione, foto, fotocamera, microfono e contatti nel corso degli ultimi sette giorni.  L’utente può così controllare che non ci siano anomalie. E se qualcosa non quadra può porvi subito rimedio dalla sezione di quell’app in Impostazioni. Può anche scoprire con chi potrebbero essere condivisi i suoi dati, visualizzando l’elenco di tutti i domini di terze parti che l’app contatta.
  • Siri Con il riconoscimento vocale on‑device, la voce dell’utente viene elaborata direttamente sul proprio iPhone o iPad per impostazione predefinita. Questo risolve uno dei timori più frequenti in ambito privacy relativo agli assistenti vocali, e cioè le registrazioni audio non volute. Siri userà l’elaborazione on‑device per molti tipi di richieste che potranno quindi essere processate senza una connessione internet. Per esempio aprire app, impostare timer e sveglie, cambiare le impostazioni o gestire la musica.

i cambiamenti Apple che interessano ICloud+

iCloud+ ha nuove funzioni premium che includono iCloud Private Relay, “Nascondi la mia e‑mail” e il supporto esteso per i video sicuri di HomeKit. Senza alcun costo aggiuntivo per gli utenti che hanno già sottoscritto un piano iCloud.

  • Private Relay è un nuovo servizio per la privacy su internet, integrato direttamente in iCloud. Permette all’utente di collegarsi al web e navigare in modo più sicuro e privato. Durante la navigazione con Safari assicura che tutto il traffico in uscita dal dispositivo sia crittografato. In modo che non possa essere letto da nessun anello intermedio fra l’utente e il sito web,  nemmeno da Apple o dal fornitore della connessione. Le richieste dell’utente vengono trasmesse attraverso due internet relay separati. Il primo assegna all’utente un indirizzo IP anonimo che indica la sua area geografica ma non la sua posizione effettiva. Il secondo decripta l’indirizzo web che si vuole visitare e inoltra l’utente a destinazione. Così nessuna singola entità può identificare né chi è l’utente né quale sito visita.
  • “Nascondi la mia e‑mail” sviluppa ulteriormente la funzione “Accedi con Apple”. E permette all’utente di condividere indirizzi email univoci e casuali che inoltrano i messaggi alla sua casella personale, ogni qual volta desideri mantenere riservato il proprio indirizzo. “Nascondi la mia e‑mail” è integrata direttamente in Safari, nelle impostazioni di iCloud e in Mail. E consente agli utenti di creare e cancellare tutti gli indirizzi email necessari in qualsiasi momento. Aiutando gli utenti ad avere il controllo su chi è in grado di contattarli.
  • iCloud+ espande il supporto integrato per i video sicuri di HomeKit, permettendo all’utente di collegare un numero ancora maggiore di videocamere nell’app Casa. Le riprese vengono archiviate con crittografia end‑to‑end e non riducono lo spazio di archiviazione a disposizione. Inoltre, i video sicuri di HomeKit assicurano che l’attività rilevata dalle videocamere di sicurezza venga analizzata e criptata dai dispositivi Apple. A casa, prima di essere archiviata in modo sicuro su iCloud.

Altre funzioni per utenti e sviluppatori

Le nuove release dei sistemi operativi includono anche nuovi strumenti che aiutano gli sviluppatori a migliorare le funzionalità delle app. Tutelando nel contempo la privacy dell’utente.

  • L’utente può scegliere di condividere la propria posizione attuale una volta sola, senza autorizzare l’app ad accedervi di nuovo dopo quella sessione. Gli sviluppatori possono personalizzare il pulsante di condivisione. E integrarlo direttamente nelle loro app.
  • I miglioramenti dell’accesso limitato alla libreria Foto permettono di offrire funzioni smart. Come una cartella di scatti recenti per album specifici, anche quando l’utente ha autorizzato solo un accesso limitato.
  • Con la funzione Incolla sicura gli sviluppatori possono lasciare che gli utenti incollino contenuti copiati da un’altra app. Senza avere accesso a ciò che è copiato fino a quando l’utente non lo incolla effettivamente nella loro app. Quando gli sviluppatori usano questa funzione, l’utente può incollare contenuti senza che venga mostrato l’avviso per la trasparenza degli appunti. Tutto questo per una maggiore tranquillità.

Marco Pietro Lombardo

giornalista appassionato di tutto quanto fa tecnologia, caporedattore del quotidiano Il Giornale

Potrebbe interessarti

News

Apple potrebbe lanciare l’iPad Mini 6 il prossimo autunno. Secondo Mark Gurnam di Bloomberg, una fonte che si è spesso dimostrata autorevole, il nuovo...

Security

Se le vostre caselle di posta sono invase da messaggi di posta indesiderata, newsletter e mille promozioni la colpa è anche di Gary Thuerk....

News

Dopo le novità di prodotto, ecco quella che riguarda l’aggiornamento Apple per iPhone e iPad. Da due giorni è possibile scaricare il nuovo sotfware...

News

Microsoft Italia ha aperto la nuova Cybersecurity Experience, uno spazio dedicato alla formazione sulla sicurezza informatica e collocato all’interno del Microsoft Technology Center della...

Advertisement

Newsletter


Advertisement

Ultime news

Italpress

MILANO (ITALPRESS) – Un’efficienza energetica all’avanguardia, un risparmio economico considerevole e l’iconico piacere di guidare si combinano nei nuovi modelli ibridi plug-in entry-level della...

Fuori di Tech

Siamo ancora qui in ballo, per capire come sarà il dopo pandemia. Anche perché il Covid-19 ci ha fatto virare sempre di più verso...

Coronavirus

Dal prossimo 6 agosto scatta l’obbligo di green pass per accedere a locali e servizi al chiuso. Per poter verificare la validità del certificato...

innovazione

L’intelligenza artificiale è ormai nelle nostre vite e Google vuole renderla ancora più umana.  Google Duplex infatti è un assistente virtuale dotata di un’intelligenza...

Audio

HMD Global annuncia tre telefoni e un nuovo portfolio audio firmati Nokia.  Con Nokia XR20 che si annuncia come uno smartphone resistente, uno dei...

News

Come riporta Japan Today, l’Università di Tokyo e IBM hanno iniziato le operazioni per la produzione del primo computer quantistico ad uso commerciale del...