< Il keynote Samsung al CES: il robot Ballie e il futuro al servizio dell'Uomo - Tra me & Tech
Banner Content

Ecco allora l’Era dell’Esperienza. Così come l’ha chiamata HS Kim, presidente e Ceo di Samsung Electronics, nell’editoriale che TraMe&Tech ha pubblicato in anteprima. Un anticipo di quanto il manager ha detto sul palco del Ces di Las Vegas nel keynote Samsung. Questo dunque cosa ci riserverà il nuovo decennio della tecnologia.

Il keynote Samsung di HS Kim

Il robot assistente

Al centro della visione incentrata sull’uomo di Samsung c’è l’assistenza personalizzata, che migliora la salute e il benessere dei consumatori soddisfacendo le loro esigenze individuali. HS Kim nel keynote Samsung  ha presentato la visione dei robot come “compagni di vita” e ha introdotto Ballie, un piccolo robot rotante che capisce,  sostiene e reagisce alle esigenze per essere attivamente utile in casa.

Sebastian Seung, Executive Vice President e Chief Research Scientist, ha  spiegato che raccontato Ballie ha  capacità di AI On-Device. Che gli consentono di essere un assistente di fitness e un’interfaccia mobile che cerca soluzioni per le mutevoli esigenze delle persone. Fa tutto questo mantenendo rigorosi standard di protezione dei dati e di privacy. Ed è Guidato dall’intelligenza artificiale.

Soluzioni personalizzate

Samsung  ha presentato anche soluzioni sanitarie avanzate e personalizzate. Ad esempio, l’azienda ha collaborato con Kaiser Permanente per sviluppare una soluzione di riabilitazione cardiaca virtuale a domicilio che abbina uno smartwatch Samsung a uno smartphone via Bluetooth.

L’applicazione HeartWise di Samsung invia al paziente promemoria per l’esercizio fisico, raccoglie dati sull’attività fisica e visualizza continuamente la frequenza cardiaca del paziente durante gli allenamenti. Questi dati vengono caricati automaticamente tramite lo smartphone sulla cartella clinica del paziente. In modo che i medici, i case manager e i fisioterapisti possano seguire i progressi del paziente e impegnarsi con loro di conseguenza.

Il programma consente agli utenti di partecipare alla riabilitazione cardiaca a casa senza dover dedicare tempo alla vita quotidiana per recarsi in ospedale o in una clinica medica. I risultati positivi del programma di riabilitazione cardiaca a domicilio sono stati pubblicati lo scorso anno sul New England Journal of Medicine (NEJM) Catalyst.

La casa su misura

Federico Casalegno, Chief Design Innovation Officer del Design Innovation Center di Samsung, ha introdotto il concetto di casa intelligente. Grazie a tecnologie come l’intelligenza artificiale, i sensori e l’analisi dei dati. “Come organismo vivente – ha spiegato – la casa intelligente sarà uno spazio profondamente personale. Un’esperienza sartoriale per ognuno di noi, secondo le nostre esigenze personali”.

Casalegno ha evidenziato come i confini spaziali del mondo fisico e digitale si stiano dissolvendo, trasformando gli spazi abitativi in spazi di esperienza su misura. Come una galleria d’arte, uno studio yoga o altre forme di spazio immaginabile. Tale sfocatura dei due regni è ciò che trasformerà la casa nel prossimo decennio.

Il sistema GEMS

La Gait Enhancing & Motivating System di Samsung mostra come i consumatori possono usare gli occhiali AR per allenarsi con un personal trainer virtuale, scalare una montagna o camminare sott’acqua. Il tutto  comodamente dal proprio salotto. Mentre GEMS  aggrega e analizza i risultati per dare consigli personalizzati sulle azioni da intraprendere.

Inoltre è stata mostrato anche come una stanza può essere trasformata grazie a uno schermo MicroLED e  alla convergenza di software, IA, IoT e hardware. “Uno schermo non è più un prodotto – ha affermato Casalegno -. In pratica è  la tua finestra sul mondo, che ti permette di connetterti istantaneamente ai tuoi cari e ai tuoi amici come se fossero nella stessa stanza”.

Gli assistenti culinari

Con le nuove tecnologie inoltre  gli elettrodomestici diventano partner di cucina:  uno chef personale, un nutrizionista e un assistente alla spesa uniti in uno solo. Un modo per  personalizzare l’intera esperienza alimentare grazie a suggerimenti di ricette ponderate e alla pianificazione dei pasti su misura in base alle preferenze personali e a ciò che c’è a portata di mano. E anche  alla spesa, alla consegna e alla cottura senza soluzione di continuità.

Samsung ha anche fatto vedere una stazione di coltivazione per i prodotti dell’orto a casa. E Bot Chef, un assistente robotizzato per la preparazione dei cibi.

Le nuove Smart Cities

I sistemi intelligenti abilitati da dispositivi, piattaforme e dati, renderanno la vita in città molto più sicura e facile. Emily Becher, Senior Vice President e Head of Samsung NEXT, ha dichiarato: “Abbiamo gli strumenti e le conoscenze per creare sistemi intelligenti che rendano la vita in città più coinvolgente, sicura ed efficiente. In modo che i nostri figli, e i loro figli in seguito, possano amare la vita nelle loro città tanto quanto molti di noi oggi”. La visione è quella di risparmiare energia, ridurre le emissioni e contribuire a raggiungere la sostenibilità con la crescita della popolazione.

Gli edifici intelligenti renderanno anche la vita più connessa e conveniente. Ad esempio, i residenti potranno chiamare gli ascensori, spegnere le luci, gestire le consegne o controllare i parcheggi con un semplice strisciata. O un comando vocale. Gli apparecchi intelligenti installati negli edifici intelligenti richiederanno riparazioni e risolveranno i problemi prima ancora che i residenti se ne accorgano.

Il trasporto urbano

La combinazione di 5G, edge computing e AI trasformerà l’esperienza del trasporto urbano. Becher ha condiviso la visione dell’azienda di guidare la nuova era dei veicoli, con la tecnologia 5G che collegherà senza soluzione di continuità le auto al resto della città. “Una connessione digitale più veloce e più facile tra di loro rafforzerà il nostro senso di comunità e creerà forme di interazione completamente nuove”.

La conclusione del keynote Samsung di Hs Kim

Terminando il suo discorso di apertura al CES 2020, HS Kim ha sottolineato che l’azienda è concentrata sull’uso della tecnologia per creare un posto migliore per tutti. Ha evidenziato tre aree chiave importanti per il futuro dell’azienda: sicurezza e privacy, tecnologia per il bene e cittadinanza.

Kim ha chiarito che l’impegno di Samsung per la protezione della sicurezza e della privacy sarà una priorità assoluta con il progresso della tecnologia: “Non condivideremo mai i dati sensibili con terzi senza il  previo e diretto consenso del cnsumatore”. Ha inoltre sottolineato che Samsung Knox, la piattaforma di sicurezza di livello difensivo dell’azienda, continuerà ad espandersi per proteggere una gamma crescente di dispositivi. Dai cellulari, ai televisori, agli elettrodomestici e altro ancora.

Il progresso per il bene comune

Riguardo al bene delle persone Samsung ha mostrato Relumino, che può aiutare i non vedenti; IGNIS, uno strumento che aiuta i vigili del fuoco a rendere il loro lavoro più sicuro: appunto GEMS, che aiuta gli anziani e i disabili a muoversi. Mentre nel settore educativo è stata annunciata l’espansione del programma Samsung Innovation Campus nel 2020.

Sfruttando il successo dei numerosi programmi educativi dell’ultimo decennio, Samsung Innovation Campus offre alla prossima generazione una formazione sulle più recenti tecnologie AI, IoT e cloud. Il campus ha finora  formato più di 20.000 studenti provenienti da 13 paesi dal suo lancio nel 2019 e quest’anno raddoppierà le sue dimensioni.

[ratings]

Marco Pietro Lombardo
giornalista appassionato di tutto quanto fa tecnologia, caporedattore del quotidiano Il Giornale