Connect with us

Hi, what are you looking for?

Tra me & Tech
InfoJobs evid

innovazione

L’Osservatorio di InfoJobs sul Mercato del Lavoro 2020

InfoJobs ha rilasciato il proprio Osservatorio sul Mercato del Lavoro nel 2020: sono state 366.000 le offerte di lavoro pubblicate sulla piattaforma, dato che corrisponde a un calo del -24,8% anno su anno. Una chiusura d’anno migliore rispetto al -32,5% del primo semestre, ma comunque indice di un forte rallentamento.

InfoJobs 1

La geografia delle offerte secondo InfoJobs

In cima alla classifica delle regioni che spiccano per offerte di lavoro si conferma per il quarto anno consecutivo la Lombardia, che rappresenta nel 2020 il 32,4% del totale nazionale delle richieste, con Milano che si conferma la città italiana dove la ricerca delle aziende è più attiva. Al secondo posto tra le regioni si posiziona l’Emilia-Romagna (16%), cui fanno seguito Veneto (14,3%), Piemonte (8,8%) e Toscana (6,3%) che per la prima volta sorpassa il Lazio, in sesta posizione (6,2%).

Guardando alle provincie, oltre al capoluogo lombardo che primeggia con il 13,1% delle offerte nonostante lo scoglio del lockdown, la top 10 delle città con maggior numero di offerte vede una concentrazione geografica in gran parte a nord-est. Il secondo e terzo posto sono occupati da Roma e Torino, al quarto posto si posiziona Bergamo, al quinto Bologna, al sesto Brescia, che si differenziano per poche centinaia di offerte, seguono al settimo Padova, all’ottavo Treviso, al nono Verona e al decimo Vicenza, anche qui con una differenza davvero risicata. Poco fuori dalla top 10, al 13° posto ma unica che registra un valore di crescita importante anno su anno, è Piacenza, con un +18%, impattato probabilmente dalla concentrazione di diversi poli logistici.

Le categorie professionali

Nel 2020 le categorie professionali più ricercate nelle offerte di lavoro sono state: Operai, Produzione e Qualità (22,6%); Acquisti, Logistica e Magazzino (9,2%); Amministrazione, contabilità e segreteria (8,8%); Vendite (8,2%); Commercio al Dettaglio, GDO, Retail (8,1%). Classifica sostanzialmente stabile anno su anno, con un calo generalizzato delle offerte. Guardando invece alle categorie in crescita, troviamo prevedibilmente Farmacia, Medicina e Salute (+51%) ma anche Edilizia e Immobiliare (+6%).

Le professioni più richieste

InfoJobs ha indagato come anche lo specifico delle professioni più richieste dalle aziende tramite offerte di lavoro, questa la Top10:

  1. Magazziniere/Addetto alla logistica
  2. Agente di vendita
  3. Infermiere
  4. Addetto alle pulizie
  5. Addetto vendita/Sales Assistant
  6. Impiegato contabile
  7. Impiegato amministrativo
  8. Operaio di produzione
  9. Impiegato commerciale
  10. Elettricista

Allargando lo sguardo alla top 50 troviamo diverse professioni legate ai quei settori che non si sono mai fermati: ad esempio la sanità (Farmacista, OSS e Tecnico di laboratorio biomedico), la logistica (autista, carrellista) e alla GDO (scaffalista, macellaio, addetto al banco). E’ inoltre interessante notare l’interesse per diverse figure qualificate, forse perché in un anno di assunzioni scarse si punta alla qualità: Progettista/Disegnatore Meccanico (12°), Tornitore (33°), Java Developer (41°), Perito Meccanico (43°), Controller (45°), Ingegnere meccanico (46°), Project Manager (47°), Geometra (50°).

Focus sulle ricerche delle aziende

Per la prima volta InfoJobs ha analizzato il comportamento delle aziende attive sulla propria piattaforma. Che ricercano proattivamente un talento utilizzando un database che nel 2020 ha superato i 6 milioni di candidati. Le quasi 10.000 aziende che hanno cercato un candidato su InfoJobs, hanno concentrato le proprie ricerche in gennaio e febbraio, prima dello scoppio dell’emergenza sanitaria, e fra settembre e novembre. Quando il mercato del lavoro ha cominciato debolmente a muoversi.

Oltre 2 milioni di ricerche in piattaforma, ovvero 5.500 al giorno, che hanno portato all’analisi di oltre 1,2 milioni di cv e all’individuazione di oltre 63.000 talenti contattati proattivamente dalle aziende. Ma cosa hanno cercato le aziende su InfoJobs? Le categorie professionali rispecchiano quelle delle offerte, con però un’interessante eccezione: al secondo posto Informatica, IT e telecomunicazioni, categoria notoriamente appetibile per gli HR, che ha interessato il 13% delle ricerche.

Advertisement. Scroll to continue reading.
Advertisements
Avatar
Scritto da

Potrebbe interessarti

innovazione

Una nuova ricerca conferma che Samsung da 15 anni consecutivi è il primo produttore globale di TV. Samsung TV, da 15 anni al primo...

innovazione

Unione Professionisti, attraverso il corso “Design e Interior Design”, spiega come riuscire a ricreare lo spazio di lavoro all’interno delle mura domestiche. Anche se...

innovazione

Microsoft ha presentato Microsoft Viva. La nuova piattaforma di Employee Experience per aiutare le persone e le organizzazioni a crescere nel nuovo mondo del...

innovazione

Secondo uno studio di Vc Hub Italia, il 58% delle aziende innovative ha assunto personale nel 2020. In particolare, con un team quasi interamente...

Advertisement
Advertisement

Ultime news

News

Quali saranno i trend del 2021 nelle aziende che operano nell’ambito scienze della vita? Se lo è chiesto Within3, che ha preso in esame...

innovazione

Ma quando arriva il 5G? Perché siamo ormai carichi di smartphone già pronti per la rete di nuova generazione, eppure aspettiamo sempre che finalmente...

innovazione

Con i suoi ingressi USB-C upstream, DisplayPort e HDMI e quattro porte USB downstream, il monitor EIZO FlexScan EV2480 offre una postazione di lavoro...

innovazione

Xiaomi Redmi Note 9T è uno dei protagonisti della speciale proposta 5G lanciata da TIM. Xiaomi, i dettagli dell’offerta di TIM Con l’acquisto di...

News

Microsoft Italia ha aperto la nuova Cybersecurity Experience, uno spazio dedicato alla formazione sulla sicurezza informatica e collocato all’interno del Microsoft Technology Center della...

innovazione

Secondo l’ultimo sondaggio di Wiko, il 75% dei rispondenti non cambia il proprio device prima di 3 anni. Per questo motivo, l’azienda ha ideato...