di Massimo Morandi (cellularemagazine.it)

Il lancio di Huawei Mate 30 in Cina sta registrando una forte domanda. La serie Mate 30 è infatti in vendita ufficialmente dal 26 settembre in Cina e già ha stabilito un nuovo record.

Il comparto fotocamere circolare del Mate 30

Il boom di Huawei Mate 30 in Cina

Settanta milioni in un minuto

Il produttore cinese ha ottenuto oltre 70 milioni di dollari di entrate dalla nuova gamma nel solo primo minuto di vendita su VMall.comHuawei ha debuttato al momento solo con la versione 4G dei suoi telefoni mentre il lancio della variante 5G avverrà a novembre.

Huawei ha venduto il modello base a un prezzo di circa 561 dollari. Circa il 35% in meno rispetto al prezzo al dettaglio di 799 euro (circa 874 dollari) annunciato durante l’evento di lancio di Monaco.

Prezzo ridotto

Il CEO di Huawei, Richard Yu, ha annunciato che il prezzo è stato ridotto sui social media cinesi.
Il più costoso Mate 30 Pro è andato esaurito nel corso del primo giorno del lancio, mentre il modello base è ancora ampiamente disponibile. Coloro che desiderano acquistare uno smartphone Mate 30 Pro dovranno ora effettuare un preordine online.

La strategia di lancio di Huawei è dunque chiara. Il colosso di Shenzen mira a crescere nel mercato interno. Per compensare il calo delle vendite nel mercato globale a causa del divieto imposto dagli Stati Uniti di intrattenere rapporti commerciali con le aziende Usa. Che non ha finora permesso a Huawei di integrare la versione full di Android sui suoi nuovi smartphone.

Il sistema è Open Source

La società è attualmente al secondo posto nella classifica del mercato globale degli smartphone. Appena dietro a Samsung. Huawei spera che le vendite cinesi possano offrire uno slancio importante prima dell’uscita del Mate 30 sui mercati internazionali e, soprattutto, in Europa.

Al momento non c’è ancora una data ufficiale, ma i dispositivi dovrebbero arrivare per il mese di novembre, anche se solo con sistema operativo Android Open Source. Cioè senza lo store e i servizi Google presinstallati che, tuttavia, dovrebbero essere scaricabili in modo piuttosto semplice in un secondo momento.

Tags: , , ,
Marco Pietro Lombardo
giornalista appassionato di tutto quanto fa tecnologia, caporedattore del quotidiano Il Giornale

Articolo Correlato