Connect with us

Hi, what are you looking for?

Tra me & Tech
Instagram Hidden Hate

News

Hidden Hate: lo studio che rivela i messaggi offensivi su Instagram

Nonostante tutti gli sforzi per frenare i contenuti potenzialmente dannosi, secondo uno studio intitolato “Hidden Hate“, Instagram sembra non proteggere le donne dai DM abusivi, ovvero i messaggi offensivi nella sezione delle comunicazione privata. Lo studio rivela che il social non riesce ad agire in 9 casi su 10 di comportamento abusivo nei confronti delle donne. Inoltre, centinaia di utenti abusivi sono rimasti attivi mesi dopo essere stati segnalati sulla piattaforma.

Hidden Hate: i DM abusivi su Instagram

Lo studio in questione è stato condotto dal Center for Countering Digital Hate (CCDH), un’organizzazione internazionale senza scopo di lucro che combatte l’abuso e la disinformazione online. Anche se lo studio includeva un gruppo di test molto piccolo, e uno che consisteva anche di personaggi famosi, i risultati sono piuttosto allarmanti. Durante un periodo di un mese, le cinque donne che hanno partecipato hanno ricevuto un totale di 8.717 DM e i ricercatori hanno scoperto che 1 messaggio su 15 viola le politiche di Instagram sui contenuti offensivi. Si tratta di circa il 6,5% o un totale di 567 messaggi.

Hidden Hate

Inoltre, 253 utenti sono stati segnalati tramite gli strumenti sulla piattaforma, ma a 227 di loro è stato permesso di rimanere attivi. “Instagram ha scelto di schierarsi con gli abusatori creando negligentemente una cultura in cui gli abusatori non si aspettano conseguenze, negando alle donne la dignità e la loro capacità di utilizzare gli spazi digitali senza molestie”, ha commentato Imran Ahmed, CEO di CCDH. “C’è un’epidemia di abusi misogini che si verificano nei DM delle donne. Meta e Instagram devono mettere i diritti delle donne prima del profitto”.

Chi sono le cinque vittime del messaggi?

Per generare dati sufficienti, CCDH ha dovuto coinvolgere alcuni volti piuttosto popolari. I seguaci sommati delle cinque donne arrivano a 4,8 milioni. Si tratta di:

  • Amber Heard, protagonista di film di successo come “Aquaman” e “Justice League”;
  • Rachel Riley, conduttrice del quiz show britannico “Countdown”;
  • Jamie Klingler, co-fondatrice di Reclaim These Streets;
  • Bryony Gordon, giornalista e autrice pluripremiata;
  • Sharan Dhaliwal, co-fondatore della rivista Burnt Roti.

Si potrebbe obiettare che le persone famose sono più inclini all’abuso e commenti negativi, ma i DM che le cinque donne hanno ricevuto vanno da contenuti sessuali espliciti e abusi, fino a minacce di morte. Presumibilmente, Amber Heard è stata quella più colpita dall’esperimento: ha ricevuto numerose minacce di morte nei suoi confronti, della sua famiglia e di sua figlia. L’attrice ha presentato numerose denunce alla polizia, prima di lasciare Instagram per sempre.Hidden Hate

Instagram non è d’accordo: Cindy Southworth, responsabile della sicurezza delle donne di Meta, la società madre di Instagram, ha rilasciato una dichiarazione ufficiale, in cui ha affermato che la società “non è d’accordo con molte delle conclusioni del CCDH”. 

Roberta De Gasperi
Scritto da

Potrebbe interessarti

News

Gli smartwatch stracciano correttamente le calorie? In un articolo pubblicato a gennaio, i ricercatori del National Center for Medicine hanno cercato di valutare l’utilità...

innovazione

Altre novità in arrivo per Instagram. Dopo l’introduzione dei controlli parentali negli Stati Uniti e delle novità per quanto riguarda la messaggistica istantanea, arrivano...

innovazione

Un anno fa Instagram aveva proposto il desiderio di potenziare e aumentare le funzioni per i messaggi diretti.  Oggi Instagram, che ricordiamo essere uno...

News

I nuovi controlli parentali di Instagram, annunciati a dicembre, sono stati lanciati oggi negli Stati Uniti. Il capo del servizio, Adam Mosseri, li definisce...

Advertisement
YouTube

Caricando il video, l'utente accetta l'informativa sulla privacy di YouTube.
Scopri di più

Carica il video

Newsletter


Advertisement

Ultime news

Audio

Sony ha presentato LinkBuds S, gli auricolari true wireless che regalano un’esperienza di ascolto immersiva e coinvolgente. Questo grazie al supporto della tecnologia di...

Italpress

Ad aprile il mercato europeo dell’auto registra un nuovo crollo e l’Italia si conferma fanalino di coda fra i 5 principali mercati dell’area. Le...

innovazione

Amazon ha presentato Fire 7, il tablet di nuova generazione con il doppio della RAM e il 40% in più di durata della batteria....

Italpress

ROMA (ITALPRESS) – Fino ad otto persone potranno condividere le più epiche ed esaltanti avventure all-terrain, dal 31 maggio, giorno della presentazione della nuova...

innovazione

Huawei ha lanciato il nuovo Huawei Watch Fit 2, lo smartwatch pensato per gli amanti della tecnologia e i giovani attenti alla moda. Ma...

innovazione

Huawei ha annunciato un nuovo smartwatch della serie Huawei Watch GT. Stiamo parlando di Watch GT 3 Pro Titanium e Ceramic Edition. La serie...

Copyright © 2020 Trameetech
Testata giornalistica online registrata il 29 dicembre 2021 al n. 238 del registro della Stampa del Tribunale di Milano