Connect with us

Hi, what are you looking for?

Tra me & Tech

Italpress

Nuova Skoda Fabia, propulsori Evo aumentano l’autonomia

VERONA (ITALPRESS) – La quarta generazione di Fabia è disponibile con motorizzazioni della generazione EVO del Gruppo Volkswagen, che rispettano la norma sulle emissioni Euro 6d. Il 1.0 MPI 80 CV ha consumi omologati nel ciclo WLTP pari a 5,1-5,4 l/100 km, mentre il ben più potente 1.0 TSI 110 CV nello stesso ciclo ottiene un consumo pari a 5,0-5,5 l/100km. Grazie a questa elevata efficienza, le due motorizzazioni hanno autonomie superiori ai 700 km, ma scegliendo il serbatoio da 50 litri (optional al momento non disponibile in Italia), invece di quello standard da 40 litri, si può ottenere un’autonomia massima superiore ai 900 chilometri, nel ciclo WLTP. Skoda AUTO ha lavorato in modo mirato per ridurre il consumo di carburante e le emissioni dei due motori MPI EVO, aumentandone allo stesso tempo la performance. Questi miglioramenti sono stati resi possibili da un gruppo albero motore ottimizzato, inclusi pistoni e fasce elastiche, che riduce le perdite per attrito. Il circuito dell’acqua intorno alla testata e al blocco motore è stato ridisegnato per ottenere una maggiore efficienza di raffreddamento per i cilindri, le camere di combustione e il collettore di scarico integrato. I motori MPI montati su nuova Fabia funzionano secondo il ciclo di combustione Atkinson, in cui le valvole di aspirazione si chiudono solo durante la fase di compressione del pistone. Ciò spinge parte della miscela di carburante nel collettore di aspirazione, riducendo l’effettivo rapporto di compressione e il consumo del motore. I due motori 1.0 TSI a iniezione diretta usano una pressione di iniezione di 350 bar. Il sottile strato di rivestimento al plasma dei cilindri sostituisce il riporto in ghisa, riducendo gli attriti. Ciò abbatte ulteriormente il consumo di carburante e le emissioni, diminuendo il carico termico attraverso una distribuzione e una dissipazione del calore più uniformi nella camera di combustione.
I motori TSI a tre cilindri funzionano nel ciclo Miller a basso consumo di carburante e il turbocompressore è dotato di turbina a geometria variabile. Ciò si traduce in una coppia più elevata, disponibile in ampio regime del motore, riducendo allo stesso tempo le emissioni. Il rivestimento al plasma e la pressione di iniezione di 350 bar sono presenti anche nel 1.5 TSI 150 CV (motorizzazione non disponibile per il mercato italiano). Grazie alla gestione attiva dei cilindri (ACT), il motore a quattro cilindri disattiva automaticamente due cilindri in condizioni di carico leggero, un processo praticamente impercettibile per il guidatore, e aiuta anche a ridurre il consumo di carburante e le emissioni di CO2.
(ITALPRESS).

Avatar
Scritto da

Potrebbe interessarti

Advertisement

Newsletter


Advertisement

Ultime news

TV

Netflix continua a registrare un numero sempre maggiore di utenti, lo testimoniano le cifre record raggiunte durante la fase di lockdown. Anche in Italia...

Italpress

La scena che vede una Lexus LC Convertible guidata con il tetto abbassato lungo la riva del Mar Nero ha rapito l’immaginazione del pubblico....

gaming

Warner Bros. Games, TT Games, The LEGO Group e Lucasfilm Games hanno annunciato una i mportante uscita per il mondo del gaming. Ovvero che...

Italpress

Riferimento internazionale tra gli stabilimenti Michelin dedicati alla produzione di pneumatici per usi industriali, il sito di Alessandria festeggia i 50 anni di attività....

innovazione

Ultimamente Whatsapp sta introducendo una grande quantità di nuove funzionalità, e l’aggiornamento Beta 2.21.19.9 dell’app di messaggistica non è da meno. Infatti è in...

Green Tech

Glennmont Partners from Nuveen, leader europeo nella gestione di fondi per l’energia pulita, ha lanciato BNZ un nuovo produttore indipendente di energia. Con l’obiettivo...