Uber nel mondo diventa sempre più unimodale grazie all’accordo con i governi. Mentre da noi l’innovazione nel mondo dei trasporti viene bloccata dalla burocrazia. La notizia è che è stata resa disponibile nella sua app il sistema di trasporto pubblico di Sydney. Che calcola i prezzi e le partenze in tempo reale sotto la nuova funzione, appunto, “Trasporto Pubblico”.

La nuova funzione di Uber

Uber

Lo screenshot della app di Uber

Trasporto pubblico o automobile?

Sydney è la prima città della regione Asia-Pacifico in cui le informazioni sui trasporti pubblici sono integrate nell’app di Uber, ed è la quarta a livello globale dopo Denver, Boston e Londra. Il nuovo prodotto verrà implementato nei prossimi mesi in modo che gli utenti possano accedere alla nuova funzione, scegliendo l’opzione di viaggio migliore per le loro esigenze.

L’accesso alle informazioni sul trasporto pubblico all’interno dell’app è semplice. Dopo aver selezionato la destinazione, gli utenti vedranno comparire l’opzione “Trasporto pubblico” insieme agli altri servizi “UberX” e “Pool”. Selezionando l’opzione, gli utenti potranno vedere i percorsi più veloci, gli orari in tempo reale, i prezzi e le indicazioni per/dalle stazioni o fermate degli autobus.

Le parole dell’azienda

Kate Stannett, Head of Cities Uber Australia e Nuova Zelanda, ha detto che questo è un passo importante per consentire alle persone di sostituire la loro auto con il telefono cellulare. Vogliamo aiutare le persone a pianificare i viaggi in un modo che siano comode come quando utilizzano la loro auto. E la tecnologia è la chiave per aiutarci a raggiungere questo obiettivo”

In pratica Uber sta guardando oltre il ridesharing per diventare una vera e propria piattaforma di trasporto. Dal trasporto pubblico alle biciclette e monopattini JUMP a Uber Air.“Per molti spostamenti – aggiunto la Stannett -, può essere più veloce o meno costoso prendere i mezzi pubblici rispetto ad altre forme di trasporto: E vogliamo offrire ai nostri utenti uno strumento unico per effettuare tale scelta direttamente dalla nostra applicazione. E il merito è anche del governo del Nuovo Galles del Sud, da sempre in prima linea nella legislazione globale sul ridesharing”.

La soddisfazione del governo

Andrew Constance, ministro dei trasporti ha aggunto che “un viaggio non riguarda unicamente il mezzo di trasporto, bensì la combinazione di modalità per arrivare a destinazione nel modo più conveniente. Integrare le opzioni di trasporto pubblico con l’app Uber è stato possibile solo grazie all’impegno a lungo termine del governo a condividere i dati e la tecnologia e non vediamo l’ora di vedere quali altre iniziative emergeranno in futuro”.  Futiro che qui da noi purtroppo è ancora lontano.

Tags: , , ,
Marco Pietro Lombardo
giornalista appassionato di tutto quanto fa tecnologia, caporedattore del quotidiano Il Giornale

Articolo Correlato