Connect with us

Hi, what are you looking for?

Tra me & Tech
Le cinque domande sull'intelligeza artificiale secondo EY

innovazione

Il 2024 dell’intelligenza artificiale secondo EY

Il 2024 sarà sicuramente ancor di più l’anno dell’intelligenza artificiale. Soprattutto quella generativa porterà maggiori vantaggi, rischi e soluzioni. Ed in questo campo si inserisce EY, leader mondiale in assistenza e consulenza per le aziende. Ecco i 5 punti di discussione proposti per l’utilizzo sempre più massivo dell’IA.

In che modo EY utilizza l’intelligenza artificiale?

Un esempio è il chatbot EY Intelligent Payroll, che risponde a domande complesse sulle buste paga dei dipendenti. Questa collaborazione con Microsoft dovrebbe risolvere il 50% di tutte le richieste di informazioni sulle buste paga di EY, che rappresenta oltre 200.000 persone. Stiamo utilizzando l’intelligenza artificiale anche nel reclutamento, attraverso il nostro strumento interno per i candidati. Questo strumento consente ai dipendenti di caricare il proprio CV, in modo da poterlo abbinare automaticamente ai ruoli aperti.

Lo strumento si traduce in un bacino di talenti più ampio, con un maggior numero di candidature per lavori a cui prima non si pensava, o di cui non si sentiva parlare. Ma è importante notare che le opportunità dell’IA devono essere inclusive ed eque, in particolare quando si tratta di assunzioni. In qualsiasi momento, EY ha circa un milione di candidati attivi. E anche se l’IA può certamente aiutare nel processo di assunzione, non è perfetta e i modelli linguistici di grandi dimensioni possono essere influenzati da parole specifiche. Da un punto di vista etico, quindi, EY non intraprenderà un progetto finché non saranno compresi e affrontati i rischi legati ai pregiudizi.

Un errore da evitare

Nel mondo dell’IA, i modelli linguistici di grandi dimensioni (LLM) rappresentano una svolta fondamentale. A differenza dell’IA tradizionale, che richiede frequenti aggiornamenti dei dati, gli LLM hanno la capacità di apprendere e adattarsi in tempo reale. Questo rispecchia l’apprendimento umano e rende gli LLM essenziali per la creazione di sistemi di IA più resistenti ed efficienti. Tuttavia, il modo in cui le LLM vengono gestite è spesso un pensiero secondario per molte aziende.

Shail Khiyara, Presidente e COO di Turbotic, e Rodrigo Madanes, Global Innovation AI Leader di EY, ritengono che questo sia un errore. Il successo complessivo dei progetti GenAI dipenderà in gran parte da scelte intelligenti in merito alla gestione degli LLM e al modo in cui i diversi sistemi lavorano insieme. Approfondiamo i motivi per cui il livello di orchestrazione degli LLM è così importante, le sfide che si pongono alla creazione di un LLM nelle aziende e i prossimi passi che i CIO e i direttori IT dovrebbero compiere.

L’impatto della GenAI sul private equity

Secondo l’ultimo CEO Outlook Pulse, tre quarti delle aziende sostenute da private equity concordano sulla necessità di agire subito sulla GenAI per evitare di dare ai concorrenti un vantaggio strategico.

“Non c’è dubbio che le mosse rapide possano aiutare le aziende a identificare opportunità tattiche, come i risparmi sui costi- scrive Bridget Walsh, Global Private Equity Leader di EY -. Attualmente stiamo collaborando con i fondi per aiutarli a valutare il potenziale impatto dell’IA sulle loro attuali società in portafoglio. Le società di private equity eccellono nell’individuare investimenti con forti prospettive di crescita e profili di rischio distintivi, ma sta diventando sempre più evidente che alcuni modelli di business consolidati da tempo potrebbero faticare a rimanere rilevanti nell’era della GenAI”.

Tuttavia, anche se le opportunità di innovazione possono esistere, esse richiedono una forte comprensione delle tecnologie emergenti per salvaguardare gli investimenti iniziali e far crescere i profitti. Ad esempio, le aziende di trasporto devono affrontare grandi cambiamenti a causa dei progressi dell’IA nella pianificazione dei percorsi, nella gestione delle flotte e nell’interazione con i clienti. I produttori che non hanno aggiornato i propri processi si trovano ad affrontare una maggiore inefficienza, costi più elevati e il rischio di diventare obsoleti.

Prepararsi al successo nel 2024

Quest’anno il mercato globale delle IPO ha continuato a registrare dinamiche mutevoli, con un miglioramento del sentiment nei mercati occidentali bilanciato da un mercato difficile in Asia-Pacifico. Secondo l’ultimo rapporto EY Global IPO Trends 2023, quest’anno sono state effettuate 1.298 IPO che hanno raccolto 123,2 miliardi di dollari. Ciononostante, i volumi delle IPO globali sono diminuiti dell’8%, con un calo dei proventi del 33% rispetto al 2022, anche se il volume delle transazioni è aumentato nelle Americhe e nell’area EMEIA.

Come si prospetta quindi il 2024 per le aziende che stanno puntando a un’IPO? Innanzitutto, la pianificazione è fondamentale. Con elementi quali l’inflazione, i tassi di interesse, le normative governative, la ripresa economica, i conflitti geopolitici, l’agenda ESG e le catene di fornitura globali da considerare, la resilienza è fondamentale. Queste aziende devono inoltre possedere una solida salute finanziaria ed essere pronte ad affrontare le fugaci finestre delle IPO nel 2024. Ma come possono le aziende prepararsi al successo delle IPO?

Conseguenze indesiderate dell’IA

L’IA ha dominato i titoli dei giornali nel 2023 e non mostra segni di rallentamento, ma la velocità di adozione dell’IA, dell’IA generativa e dei modelli linguistici di grandi dimensioni (LLM) sta producendo un aumento dei rischi e delle conseguenze indesiderate relative alla privacy e all’etica dei dati. Ad esempio, i nuovi LLM spesso elaborano enormi quantità di dati provenienti da molte fonti senza autorizzazione. Causando preoccupazioni per i diritti alla privacy e per le potenziali decisioni distorte dell’IA in settori come i prestiti, le domande di lavoro, i siti di incontri e i casi penali.

Oggi, con l’accelerazione del ritmo di adozione, molte autorità di regolamentazione stanno iniziando a sviluppare quadri di riferimento per massimizzare i benefici dell’IA per la società, mitigandone al contempo i rischi. Mentre l’UE ha adottato l’approccio più completo con la nuova e prevista legislazione sull’IA, gli sforzi per comprendere e concordare le modalità di regolamentazione dell’IA sono stati in gran parte scoordinati. Ma cosa possono fare le aziende per diventare più agili nel proteggere le loro priorità e i loro obblighi in materia di privacy dei dati mentre espandono il loro uso dell’IA? Matt Whalley, Partner di EY Law, condivide sei passi che i responsabili della privacy possono compiere.

giornalista appassionato di tutto quanto fa tecnologia, caporedattore del quotidiano Il Giornale

Potrebbe interessarti

innovazione

I dati possono essere utilizzati per identificare trend, comprendere le esigenze dei turisti e migliorare la qualità delle esperienze nella destinazione. Ecco perché Laborinto,...

Fuori di Tech

In che modo deve farlo? IA . Le intelligenze artificiali faranno perdere il lavoro a centinaia di migliaia di persone, e coinvolgeranno tutti i tipi...

Green Tech

L’uso intensivo del web provoca emissioni di C02 da parte degli utenti visto che i dati sono immagazzinati in enormi data center che necessitano...

innovazione

Poly ha presentato a Zoomtopia 2021 i nuovi Poly Studio X70 e Poly Studio E70, che si aggiungono alla famiglia di soluzioni per videoconferenze...

Iscriviti alla Newsletter

Tutorials Point
Advertisement

Ultime news

Italpress

PARIGI (FRANCIA) (ITALPRESS) – Toyota, in qualità di partner mondiale per la mobilità del Comitato Olimpico Internazionale e del Comitato Paralimpico Internazionale, ha consegnato...

News

TCL ha presentato al MWC 2024 diverse novità. Protagonista indiscusso è stato il TV QD-Mini LED da 115 pollici, il più grande al mondo,...

Italpress

ROMA (ITALPRESS) – Motodays, il Salone motociclistico di Roma, apre al pubblico con tante iniziative emozionanti che ne fanno un punto di riferimento per...

Green Tech

Etika, la rivoluzionaria app che promette di portare una ventata di freschezza e innovazione nell’universo delle applicazioni, fornendo agli utenti un’esperienza digitale unica e...

innovazione

Quando l’esperienza decennale di un team specializzato in raccolte fondi online e percorsi all’avanguardia incontra il mondo dei dati e dell’Intelligenza Artificiale, i risultati...

Italpress

POMIGLIANO D’ARCO (ITALPRESS) – Fiat ha svelato la nuova serie speciale Pandina. La data di presentazione del 29 febbraio rende omaggio allo storico lancio...

Copyright © 2023 Trameetech
Testata giornalistica online registrata il 29 dicembre 2021 al n. 238 del registro della Stampa del Tribunale di Milano
P.IVA: 12562100961